Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Creatori di mondi: Nicolai Lilin racconta i maestri russi – 800 Padova Festival

dicembre 8 @ 6:00 pm - 7:00 pm

Nicola Lilin racconta i grandi protagonisti della letteratura russa ottocentesca: Dostoevskij, Tolstoj, Gogol, Turgenev, Puskin… Autori che ci hanno regalato capolavori immortali che ancora oggi riescono ad emozionare e a stupire i lettori di tutto il mondo e di tutte le età.
Nicolai Lilin è uno scrittore russo, di origine siberiana, nato nel 1980 a Bender, in Transnistria (stato indipendente riconosciuto oggi come Repubblica Moldava, ma all’epoca facente parte dell’Unione Sovietica). Scrive in lingua italiana. Lilin è il suo pseudonimo da scrittore, scelto in omaggio alla madre dell’autore, Lilia. In russo infatti Lilin significa “di Lilia”. Il suo vero nome, così come riportato all’anagrafe italiana, è Nicolai Verjbitkii.

Nel 2009 pubblica per Einaudi Educazione siberiana, il suo romanzo d’esordio, scritto direttamente in italiano, che diventa subito un caso editoriale. Il primo a elogiare Educazione siberiana è stato Roberto Saviano sulle pagine di Repubblica, e da allora in poi Lilin si è conquistato i lettori italiani e l’interesse della televisione, che lo ha invitato a diversi programmi televisivi (L’Era Glaciale, Chiambretti Night, Barbareschi Sciock, Maurizio Costanzo Talk). Educazione Siberiana è stato tradotto in ventiquattro lingue e ha venduto finora i diritti a ventisei altri paesi nel Mondo.
L’interesse su questo romanzo arriva anche al mondo del cinema: il premio Oscar Gabriele Salvatores ha diretto la trasposizone cinematografica di Educazione siberiana: la società di produzione Cattleya, insieme a Rai Cinema ne ha infatti acquistato i diritti cinematografici . Il film è uscito nel febbraio 2013 e uno dei protagonisti è John Malkovich.

Nell’aprile del 2010 Nicolai Lilin firma un altro libro unico, Caduta libera, duro e vero come già Educazione siberiana. E lo fa raccontando in prima persona la sua esperienza di diciottenne in Cecenia nelle fila dell’esercito russo.
Senza ideologie né filtri, Lilin scrive della guerra in Cecenia come nessuno aveva ancora fatto, trasformando quel conflitto nello specchio di tutte le guerre contemporanee, iper tecnologiche, disumane. Il romanzo nel 2010 vince il Premio Minerva per la “Letteratura di impegno Civile” ed il Premio “La Magna Capitana” di Foggia ed è finalista ad altri tre premi letterari.

Nel 2011 chiude la trilogia ispirata alle storie di vita vissuta dall’autore il libro Il respiro del buio (Einaudi). Una storia di «formazione definitiva», la cronaca di un tempo che ha trasformato un soldato, un cecchino, un reduce nell’uomo che scrive questo libro.

Nel novembre 2012 esce Storie sulla pelle, un libro di racconti e immagini che si addentra in un territorio che nessuno ha mai esplorato: il mondo dei tatuaggi siberiani.

Oltre a dedicarsi alla scrittura dei suoi romanzi, Nicolai Lilin scrive per La Repubblica e L’Espresso, ha una rubrica su XL di Repubblica e collabora con altri magazine.
Nel 2011 fonda un progetto culturale a Milano, Kolima Contemporary Culture, e nel 2013 un laboratorio di disegno e tatuaggio a Solesino (in provincia di Padova) chiamato Marchiaturificio.
Dal 2012 tiene un corso di scrittura creativa a Milano allo IED (Istituto Europeo di Design).

Per info e biglietti

Dettagli

Data:
dicembre 8
Ora:
6:00 pm - 7:00 pm
Categoria Evento:

Luogo

Caffè Pedrocchi
Via VIII Febbraio 15
Padova, Italy
+ Google Maps
Telefono:
0498781231